Federcontribuenti Imprese: Monti annuncia da Settembre “repressione fiscale” per le piccole imprese

Saranno 130.000 i controlli fiscali dedicate alle piccole e medie imprese. La “repressione fiscale” si radicalizzarà, verso quell’Italia che giorno dopo giorno è sempre piu’ in crisi.  Temiamo che concentrare sui piccoli la mannaia fiscale serve solo a “scudare” i grandi gruppi e le banche. Per loro i controlli saranno marginali e comunque l’Agenzia delle Entrate è stata sempre pronta a fare degli ottimi concordati fiscali a prezzi stracciati. Insomma, conclude una nota di Federcontribuenti Imprese, nel nuovo piano del governo le direttive previste vanno nella direzione di essere forti con i deboli e deboli con i forti, alla faccia dell’equità e della giustizia fiscale. Mentre la piccola e media impresa italiana muore, loro non si rendono conto del grave danno che stanno facendo all’economia nazionale.

Annunci

10 pensieri su “Federcontribuenti Imprese: Monti annuncia da Settembre “repressione fiscale” per le piccole imprese

  1. Cosa aspettiamo? CHIUDIAMO IN MASSA |||
    Tanto alla fine ci saranno rimasti solo gli occhi per piangere, il frutto delle nostre fatiche se lo sarà fregato lo stato.
    Cosa ci farebbe una piccola impresa co 80.000 € ? FORSE UNA BELLA VACANZA?
    E qualche imbecille dice: E’ TUTTO LEGALE, E’ LEGGE !!!
    Bene, leggi di questo tipo per noi NONSONO LEGGI, SONO FURTI, PEGGIO ANCORA SE LI PERMETTE LO STATO.

    1. c’è poco da commentare siamo sudditi di uno stato che ha perso il lume della ragione
      a furia di vivere in mezzo agli sprechi e privilegi sono fuori dalla realtà quotidiana
      meriterebbero di essere giudicati dal popolo e condannati di conseguenza, o per
      meglio dire giudicati in base al loro arricchimento politico. .
      Dio salvi l’Italia. Se dio non può noi italiani di sicuro si essendo un nostro dovere
      diritto.

    2. diamo una risposta a qiuesti idioti,che non sanno stare sulla terra,ne tantomeno risollevare,una nazione fatta fuori dalla polica ,sia di destra che di sinistra con il centro del volta gabana di Casini il peggiore di tutti,uniamo tutti i gruppi di fb tipo CROCIATE DEL FARE LIBERALITALIANI E G.A.I.A,e tutti i cittadini scontenti agregatevi,la politica del popolo al di fuori di ogni schieramento

    3. casa mangiamo se chiudiamo? restando aperti saremmo dei fori legge però invece di pagare iva e irpef spendiamo i soldi mangiare. non chiusura ma sciopero fiscale. basta pagare le tasse finchè non saranno eque. ecco chi si mangia il noastro lavoro: governo, sindacati, politici, imps, inail, cassa edile, cassa integrati che oltre a percepire la cassa integrazione lavorano in nero. quando arriva una lettera dell’inail per annunciare nuove brutte regole o aumenti, dette lettere sono correlate da 15 firme di sindacati diversi, chi li paga?

  2. Nessuno si rende conto che un tessuto imprenditoriale incapace di sopravvivere al netto dell’evasione fiscale è comunque un tessuto imprenditoriale malato, incapace di competere all’interno dell’economia reale e che si è affermato unicamente grazie alle artificiose strutture di privilegi e protezioni poste in essere da cinquant’anni a questa parte? Quello che vuole fare Monti è la norma di ogni paese civile: le imprese debbono pagare le tasse. Che questo scateni terrori più o meno fondati di tracollo del sistema la dice lunga su quanto abbia i piedi d’argilla questa ottava economia mondiale.

    1. Ma vai a cagare fenomeno. Dimmi quale altro paese al mondo ha un prelievo fiscale così alto. E, se hai una risposta, dimmi se lo rispettano. I fenomeni sono quelli che ancora oggi continuano a sopravvivere nonostante questa macelleria sociale.

  3. @ asongforsimeon Non si tratta di competizione nè tanto meno dell’economia reale. forse, forse sarebbe il caso di riguardare questo film http://www.youtube.com/watch?v=DcOm9OuAvd4 Ce ne sono molti altri ed anche tantissimi documenti che confermano le truffe perpetrate a danno dei popoli, solo chi non vuol vedere finge di non sapere.

  4. per me è tutta una presa per i fondelli, a partire dalla crisi mondiale, il discorso è infinito, mille le soluzioni, mille gli sbagli, ma in fondo il tutto serve solo a dividerci, vuoi i corporazioni professionali, vuoi in religioni, vuoi in caste sociali, qui in italia non abbiamo più estremismi religiosi, almeno tra italiani; nemmeno politici, non c’è più ragione sociale, ogn’uno si aggiusta da solo, tutti disuniti a combattere la propria battaglia contro un sistema che parla di uguaglianza, non con gli italiani, ma con tutta l’euro zona, tutti uguali e maleducati come i nostri bravi rumeni, o zingari, che vanno in ospedale. a spese nostre, io sono un commerciante, da oltre venti anni con dipendenti, senza famiglia per il lavoro, senza vita per far fare le ferie a chi non fa nemmeno quello che deve fare nelle sue ore di lavoro, impegnato 365 giorni, dalle 05.00 del mattino alle 24.00…. il segreto. dei potenti è creare crisi per dividere la gente.
    Schiavizzarci, col prezzo delle energie.
    Siamo sempre e solo servi della gleba, forse gleba industrializzata… cambia il modo ma in fondo lo scopo è sempre lo stesso..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...