Carico fiscale e contributivo, l’Italia svetta in Europa. Da noi cresce in Europa diminuisce

Diminuiosce la pressione fiscale in Europa, ma cresce in Italia. A fronte di un “tax ratio” sul prodotto interno lordo che nell’Ue pesa in media per il 38,5%, nel nostro paese tale quoziente si attesta nel 2010 al 42,3%. Nel 1995 la percentuale che misura l’incidenza totale di imposte e contributi sul Pil era pari al 39,4% nell’area Ue e al 39,8% in Italia. La Scandinavia si conferma la zona dell’Ue con il prelievo erariale e previdenziale maggiore. Nonostante un calo tra il 1995 e il 2010 di circa il 2%, Danimarca (47,6%) e Svezia (45,8%) si collocano in testa alla classifica europea. I paesi dove il carico tributario e contributivo è più leggero, secondo la ricerca, sono invece Irlanda (28,2%), Slovacchia (28,1%), Bulgaria (27,4%), Lettonia (27,3%) e Romania (27,2%).

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...