Federcontribuenti Imprese: Le imprese sempre piu’ in crisi con le banche. Ma il Governo favoleggia.

Lavoratori

La Cgia di Mestre lancia l’allarme. La Federcontribuenti lo denuncia da mesi, anzi da anni. Ma chi è preposto a intervenire non lo fà. Le aziende muoio ma il silenzio e tombale. Aumentano esponenzialmente le imprese italiane in affanno. E le sofferenze in capo alle aziende hanno ormai superato gli 82 miliardi di euro. Secondo il rapporto dell’associazione di artigiani, rispetto all’inizio dell’estate 2011, periodo in cui la speculazione finanziaria ha cominciato ad “aggredire” il nostro Paese, le insolvenze sono aumentate dell’11,9% (in termini assoluti pari a 8,7 miliardi di euro). Una situazione alla quale le banche hanno reagito riducendo progressivamente gli impieghi: l’erogazione dei prestiti ha continuato a scendere (-1,7% rispetto a giugno 2011), anche se ad aprile c’è stata una leggera inversione di tendenza che lascia presagire qualche piccolo segnale di ripresa. “La crescita delle sofferenze bancarie è la manifestazione più evidente dello stato di crisi delle nostre imprese. La cronica mancanza di liquidità e la prolungata fase di crisi economica che stiamo vivendo sono tra le cause che hanno fatto esplodere l’insolvibilità”.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...