Federcontribuenti Imprese: Fisco e Banche responsabili del calo di fiducia dei consumatori.

I dati diffusi dall’Istat sulla fiducia dei consumatori non possono stupirci, ma provocano una profonda preoccupazioneande preoccupazione. Il calo della fiducia registrato – ai minimi dal 1996, data di inizio delle serie storiche – è il risultato non solo della lunga recessione, ma anche di un’eccessiva pressione fiscale e della restrizione del credito da parte delle banche, che ha compresso i consumi. A questo bisogna aggiungere un’ assenza di un piano per tornare a crescere.  Gli italiani stanno pagando. O il Governo Monti da segnali credibili per il sostegno alle imprese e alle famiglie o la situazione peggiorerà, malgrado che gli italiani , secondo un sondaggio Confesercenti-SWG, il 58% dei nostri connazionali è convinto che l’Euro, anche se con difficoltà, supererà la crisi attuale, mentre addirittura un 11% è ancora più fiducioso e non vede pericoli di sorta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...